Suonare in tutte le tonalità

  • WTF_Bach
  • Membro: Expert
  • Risp: 1444
  • Loc:
  • Thanks: 455  

22-08-22 15.55

Alcuni pensano che ci siano tonalità più difficili delle altre.

Non é vero. Ci sono tonalità in cui siamo abituati a suonare, e tonalità nelle quali non suoniamo mai, ergo ci appaiono ingestibili.

Pensate alle prime volte che suonavate in do maggiore. Vi sembrava difficilissimo.

Ora ci siete abituati, e le dita vanno che é un piacere, quasi senza pensarci.

Ecco, tutte le tonalità sono così: basta suonarci un numero adeguato di ore, e diverranno uguali identiche al do maggiore.
  • Sbaffone
  • Membro: Expert
  • Risp: 1938
  • Loc:
  • Thanks: 315  

22-08-22 16.48

me la cavo bene su tutte e quindici, è la sedicesima che mi frega
  • monika_A3
  • Membro: Senior
  • Risp: 369
  • Loc: Bologna
  • Thanks: 52  

22-08-22 17.06

Sbaffone ha scritto:
è la sedicesima che mi frega


... è mica la stessa su cui John Cage ebbe quella storica amnesia di quattro minuti e passa? emo
  • WTF_Bach
  • Membro: Expert
  • Risp: 1444
  • Loc:
  • Thanks: 455  

22-08-22 17.50

@ Sbaffone
me la cavo bene su tutte e quindici, è la sedicesima che mi frega
Io vado da dio in re bemolle, é il do diesis che mi frega.
  • lucaGiack
  • Membro: Senior
  • Risp: 521
  • Loc: Padova
  • Thanks: 52  

22-08-22 18.36

@ WTF_Bach
Alcuni pensano che ci siano tonalità più difficili delle altre.

Non é vero. Ci sono tonalità in cui siamo abituati a suonare, e tonalità nelle quali non suoniamo mai, ergo ci appaiono ingestibili.

Pensate alle prime volte che suonavate in do maggiore. Vi sembrava difficilissimo.

Ora ci siete abituati, e le dita vanno che é un piacere, quasi senza pensarci.

Ecco, tutte le tonalità sono così: basta suonarci un numero adeguato di ore, e diverranno uguali identiche al do maggiore.
Io sono ultra dilettante, ma secondo me dipende anche dallo strumento. Nel sax ad esempio suonare una scala di do maggiore (che poi do non è) basta alzare un dito alla volta, in altre tonalità è meno lineare. Condivido il concetto, si possono riuscire a gestire tutte le tonalità, ma trovo sbagliato dire che abbiano tutte la medesima difficoltà
  • WTF_Bach
  • Membro: Expert
  • Risp: 1444
  • Loc:
  • Thanks: 455  

22-08-22 19.48

@ lucaGiack
Io sono ultra dilettante, ma secondo me dipende anche dallo strumento. Nel sax ad esempio suonare una scala di do maggiore (che poi do non è) basta alzare un dito alla volta, in altre tonalità è meno lineare. Condivido il concetto, si possono riuscire a gestire tutte le tonalità, ma trovo sbagliato dire che abbiano tutte la medesima difficoltà
Credimi. Anzi, da un punto di vista biomeccanico il
Sol bemolle é forse la tonalità più facile.

Almeno per ciò che concerne il pianoforte.
  • Kent83
  • Membro: Senior
  • Risp: 315
  • Loc:
  • Thanks: 61  

22-08-22 20.02

@ WTF_Bach
Credimi. Anzi, da un punto di vista biomeccanico il
Sol bemolle é forse la tonalità più facile.

Almeno per ciò che concerne il pianoforte.
Dipende dallo strumento e nel caso dei tasti bianchi e neri anche dalla dimensione della tastiera.
Con la chitarra credo che una tonalità di Mib o Sib sarebbe quantomeno ardua (a meno che uno metta il barrè fisso ma è un altro discorso), di contro imparare le scale è più facile dacché una volta interiorizzate le posizioni delle dita basta semplicemente spostarsi più avanti o indietro.
Sulla tastiera, ricordo che sui mini tasti del Jd-xi facevo sempre melodie in Si minore.. mentre sul piano digitale ora le mani vanno facilmente su Mi maggiore. Come diceva Vin_Roma in un post tempo fa, la presenza di un tasto nero ogni tanto sta lì ad aiutarci (e infatti nel mio caso sia in tonalità Sim che Mim ci sono Do# e Fa#, sicuri appoggi a inizio e metà ottava)
  • wildcat80
  • Membro: Guru
  • Risp: 5056
  • Loc: Genova
  • Thanks: 1032  

22-08-22 22.11

Avere 2/3 accidenti in chiave, sugli strumenti a tastiera, aiuta.
È una questione puramente meccanica, tattile, insomma, facilita la propriocezione.
  • MicheleJD
  • Membro: Expert
  • Risp: 1058
  • Loc: Milano
  • Thanks: 250  

22-08-22 22.23

ah ho capito, è quella cosa che si fa schiacciando i tastini “transpose”!!! emo
  • toniz1
  • Membro: Expert
  • Risp: 2369
  • Loc: Verona
  • Thanks: 498  

23-08-22 08.18

@ MicheleJD
ah ho capito, è quella cosa che si fa schiacciando i tastini “transpose”!!! emo
emoemoemo hai vinto! emo
  • paolo_b3
  • Membro: Supporter
  • Risp: 12101
  • Loc: Ravenna
  • Thanks: 1472  

23-08-22 08.26

WTF_Bach ha scritto:
Ecco, tutte le tonalità sono così: basta suonarci un numero adeguato di ore, e diverranno uguali identiche al do maggiore.

Ecco il problema, suonarci un adeguato numero di ore. emoemoemo
  • lucaGiack
  • Membro: Senior
  • Risp: 521
  • Loc: Padova
  • Thanks: 52  

23-08-22 08.40

@ WTF_Bach
Credimi. Anzi, da un punto di vista biomeccanico il
Sol bemolle é forse la tonalità più facile.

Almeno per ciò che concerne il pianoforte.
Beh, il pianoforte non so, ampliavo il discorso anche ad altri strumenti.
Stai dicendo anche tu che il sol bemolle è più facile, indice che c'è una certa differenza di difficoltà tra una tonalità e l'altra.
Comunque tornando ai fiati, quando suonavo la tromba non avevo problemi nelle varie tonalità, proprio perché meccanicamente non c'è nessuna sequenza "logica", i pistoni erano comunque premuti "a caso" in ogni tonalità (c'è da dire che con gli ottoni le difficoltà sono ben altre).
Con il sax invece la scala di do maggiore (letta) è come già detto semplicemente partire da tutte le dita premute e ad ogni nota sollevarne una. Nelle altre scale la faccenda è un po' più complessa. Per carità, niente che non si possa superare con un adeguato numero di ore di studio come dicevi tu, ma ribadisco che per me è sbagliato considerare tutte le tonalità allo stesso livello per quanto riguarda la difficoltà
  • cecchino
  • Membro: Expert
  • Risp: 4144
  • Loc: Roma
  • Thanks: 418  

23-08-22 09.12

@ MicheleJD
ah ho capito, è quella cosa che si fa schiacciando i tastini “transpose”!!! emo
Questo me lo cacciate, per favore? emo
  • Sbaffone
  • Membro: Expert
  • Risp: 1938
  • Loc:
  • Thanks: 315  

23-08-22 09.32

paolo_b3 ha scritto:
Ecco il problema, suonarci un adeguato numero di ore.


10.000 ore e poi vai come un siluro
  • lucaGiack
  • Membro: Senior
  • Risp: 521
  • Loc: Padova
  • Thanks: 52  

23-08-22 09.42

@ Sbaffone
paolo_b3 ha scritto:
Ecco il problema, suonarci un adeguato numero di ore.


10.000 ore e poi vai come un siluro
Sì, ma poi ti dimentichi le altreemo
  • tsuki
  • Membro: Expert
  • Risp: 4031
  • Loc: Sassari
  • Thanks: 349  

23-08-22 11.06

Non uso il transpose,non per snobismo ma perchè se io suono che so in sol bemolle e vedo davanti a mè la chitarra che suona in (apparente) tonalita' diversa,mi sento a disagio,"strano". E poi avrei la seconda tastiera diversa,che faccio,transpondo anche quella? No...Preferisco studiarmi il brano nella tonalita' corretta,perdo piu' tempo ma mi sento giusto. Si sa',i musicisti son gente strana...Sara' anche che quando ho iniziato io non esisteva il transpose,e sono abituato cosi'...emo
  • MicheleJD
  • Membro: Expert
  • Risp: 1058
  • Loc: Milano
  • Thanks: 250  

23-08-22 11.24

@ cecchino
Questo me lo cacciate, per favore? emo
emo

emo
  • wildcat80
  • Membro: Guru
  • Risp: 5056
  • Loc: Genova
  • Thanks: 1032  

23-08-22 12.12

Il transpose è uno strumento che mi ha sempre spaventato, il terrore di lasciarlo inserito quando non serve è troppo forte, meglio studiare.
  • paolo_b3
  • Membro: Supporter
  • Risp: 12101
  • Loc: Ravenna
  • Thanks: 1472  

23-08-22 13.31

@ wildcat80
Il transpose è uno strumento che mi ha sempre spaventato, il terrore di lasciarlo inserito quando non serve è troppo forte, meglio studiare.
Situazioni di emergenza, tipo provare il brano in una tonalità diversa.
  • maxpiano69
  • Membro: Staff
  • Risp: 21722
  • Loc: Torino
  • Thanks: 2710  

23-08-22 13.52

@ paolo_b3
Situazioni di emergenza, tipo provare il brano in una tonalità diversa.
Personalmente neanche in quel caso, piuttosto provo a suonarlo direttamente nella nuova tonalità, anche se viene "male" o impreciso (così tra l'altro chi chiede di cambiare tonalità, tipicamente il/la cantante di turno con la mania del semitono, magari capisce che comunque ogni cambiamento comporta del lavoro..)

Sul tema generale, per me riuscire a suonare in maniera fluida in tutte le tonalità è l'obiettivo che qualsiasi strumentista dovrebbe perseguire, ma ci va tanto tanto esercizio e costanza (quindi tempo, che non tutti purtroppo hanno, soprattutto se non lo fanno per professione)...