Nuovo Crumar Seventeen

  • MiLord
  • Membro: Expert
  • Risp: 1692
  • Loc: Milano
  • Thanks: 103  

16-06-22 16.39

d_phatt ha scritto:
Ho capito perché ti piace Nord, il vero motivo non sono i suoni di piano, ma è perché puoi togliere il CP dalla tastiera xD

emo
Io li ho tolti quasi tutti compresi i dx. Siamo pianisti mica campanari! emo
Ne ho un paio giusto perchè non si sa mai e perchè mi scocciava lasciare vuota la sezione el. piano 2 della nord emo
Per il mio modo di suonare uso praticamente solo il rhodes, anche rispetto al wurly.
Comunque scherzi e gusti a parte i suoni sembrano molto belli sia su questo seventeen che sul seven.
Mi piacerebbe sentire la meccanica
  • simondrake
  • Membro: Senior
  • Risp: 773
  • Loc: Torino
  • Thanks: 109  

16-06-22 16.50

@ keyboard7
si certo, però io intendevo una cosa diversa, uno stage che nasce per riprodurre solo quei 4 suoni, senza doverne cancellare altri. un pulsante che ti da un banco solo pianoforti, un pulsante che ti da un banco solo rhodes, un pulsante che ti da un banco solo wurli, un pulsante solo cp80, e (aggiungiamolo) un pulsante solo DX. Solo queste 4 o 5 categorie. Senza fisarmoniche flauti nacchere violìni chitarre (che ovviamente puoi sempre cancellare) .
Al di là del fatto che più guardo i video di Max Tempia e più mi rendo conto che l'unica cosa che ho in comune con lui sono gli addominali e la fede calcistica, e quindi sogno una tastiera Crumar che abbia in bundle la possibilità di trasmettere via Bluetooth la sua capacità musicale e la sua simpatia, volevo segnalare che Keyboard7 mi ha fatto venire voglia di una tastiera che abbia un unico suono esteso su 5 ottave di "nacchere" !!! emoemoemoemo
  • keyboard7
  • Membro: Expert
  • Risp: 764
  • Loc: Roma
  • Thanks: 129  

16-06-22 17.01

@ simondrake
Al di là del fatto che più guardo i video di Max Tempia e più mi rendo conto che l'unica cosa che ho in comune con lui sono gli addominali e la fede calcistica, e quindi sogno una tastiera Crumar che abbia in bundle la possibilità di trasmettere via Bluetooth la sua capacità musicale e la sua simpatia, volevo segnalare che Keyboard7 mi ha fatto venire voglia di una tastiera che abbia un unico suono esteso su 5 ottave di "nacchere" !!! emoemoemoemo
sai che flamenco ! emo 🤣
comunque molti stage vanno in questa direzione , dal Korg SV 1/2, anche il legend 70 con la filosofia a moduli... vediamo questo nuovo stage Crumar, sono proprio curioso di conoscerlo meglio
  • divicos
  • Membro: Expert
  • Risp: 906
  • Loc: Aquila
  • Thanks: 147  

16-06-22 17.09

@ keyboard7
si certo, però io intendevo una cosa diversa, uno stage che nasce per riprodurre solo quei 4 suoni, senza doverne cancellare altri. un pulsante che ti da un banco solo pianoforti, un pulsante che ti da un banco solo rhodes, un pulsante che ti da un banco solo wurli, un pulsante solo cp80, e (aggiungiamolo) un pulsante solo DX. Solo queste 4 o 5 categorie. Senza fisarmoniche flauti nacchere violìni chitarre (che ovviamente puoi sempre cancellare) .
Si avevo intuito. emo E concordo con la bellezza dell'essenziale e della semplicita.
Mi ha fatto sorridere solo il tuo "definitivo", che invece mi ha fatto pensare che per quel tipo di utilizzo c'è l'imbarazzo della scelta!!
Se proprio vogliamo restare su quelli dall'interfaccia più essenziale possibile, Seven, Legend, Korg Sv, e una manciata di robina più datata.

Comunque, a breve vedremo se Seventeen si aggiunge di diritto alla lista (e da quanto visto finora direi proprio di si)emo
  • keyboard7
  • Membro: Expert
  • Risp: 764
  • Loc: Roma
  • Thanks: 129  

17-06-22 06.20

ecco le specifiche
specifiche
  • keyboard7
  • Membro: Expert
  • Risp: 764
  • Loc: Roma
  • Thanks: 129  

17-06-22 06.30

presentazione
presentazione
  • MiLord
  • Membro: Expert
  • Risp: 1692
  • Loc: Milano
  • Thanks: 103  

17-06-22 07.00

@ keyboard7
ecco le specifiche
specifiche
W il made in italy, sosteniamo i prodotti italiani ecc.
Ma scrivilo almeno in italiano il sito! Poooi mettici pure l'opzione in inglese emo O almeno viceversa emo

Bello comunque emo
  • berlex65
  • Membro: Expert
  • Risp: 4153
  • Loc: Siena
  • Thanks: 308  

17-06-22 07.41

Si ma alla fine che prezzo avrà? E' quello che conta in questo periodo di crisiemoemo!
A conti fatti se un korg Sv2 che più o meno ha le stesse caratteristiche costa euro 1399, quello dovrebbe essere il confine del prezzo di vendita...penso.
Ciao
Paolo
  • Roberto_Forest
  • Membro: Expert
  • Risp: 3227
  • Loc: Vicenza
  • Thanks: 392  

17-06-22 07.47

No, il korg sv2 ha due parti, il seventeen solo una.
Una tastiera con una parte sola è assimilabile a piani digitali home tipo p125 e compagnia. Un po’ più bello e più vario di suoni.
Secondo me, con un suono solo alla volta, è dura che qualcuno lo acquisti sopra i 1000€.
Esteticamente sarebbe anche discreto, tranne il pannello che rovina molto. Se lo vedi dal pubblico fa il suo effetto comunque.
  • MicheleJD
  • Membro: Expert
  • Risp: 930
  • Loc: Milano
  • Thanks: 208  

17-06-22 08.16

@ Roberto_Forest
No, il korg sv2 ha due parti, il seventeen solo una.
Una tastiera con una parte sola è assimilabile a piani digitali home tipo p125 e compagnia. Un po’ più bello e più vario di suoni.
Secondo me, con un suono solo alla volta, è dura che qualcuno lo acquisti sopra i 1000€.
Esteticamente sarebbe anche discreto, tranne il pannello che rovina molto. Se lo vedi dal pubblico fa il suo effetto comunque.
Io trovavo la bitimbricita’ del Sv2 molto intrigante… poi ho scoperto che si può fare solo da editor e mi è passata un po’ la poesia.
  • giosanta
  • Membro: Expert
  • Risp: 3969
  • Loc: Benevento
  • Thanks: 641  

17-06-22 10.00

Bello, anzi bellissimo. Per me ancora più del Seven, visto che "imita" meno ed è più originale. Il designer ha citato perfettamente lo stile "anni 60-70", con quel pannello comandi che rimanda quello di una radio.
Purtroppo personalmente, come gia per il Seven, posso solo limitarmi ad ammirarlo perché, con poco spazio e limitate risorse, ho bisogno dell'universalità di un 88 tasti. Peccato.
  • ziokiller
  • Membro: Supporter
  • Risp: 9340
  • Loc: Treviso
  • Thanks: 1218  

17-06-22 10.24

@ berlex65
Si ma alla fine che prezzo avrà? E' quello che conta in questo periodo di crisiemoemo!
A conti fatti se un korg Sv2 che più o meno ha le stesse caratteristiche costa euro 1399, quello dovrebbe essere il confine del prezzo di vendita...penso.
Ciao
Paolo
Il prezzo dovrebbe essere lo stesso del Mojo61, quindi 1350.
  • garubi
  • Membro: Senior
  • Risp: 434
  • Loc: Modena
  • Thanks: 64  

17-06-22 10.25

Roberto_Forest ha scritto:
Secondo me, con un suono solo alla volta, è dura che qualcuno lo acquisti sopra i 1000€.

Mah sinceramente "un suono alla volta" può anche non essere un limite: per esempio per i generi che suono io la multitimbricità non mi interessa per nulla, mai usato più di "un suono alla volta" emo
Il valore degli strumenti Crumar secondo me sta nel suono, nel carattere (non solo timbrico).
  • filigroove
  • Membro: Expert
  • Risp: 3516
  • Loc: Pistoia
  • Thanks: 264  

17-06-22 10.26

MicheleJD ha scritto:
Io trovavo la bitimbricita’ del Sv2 molto intrigante…

Mi ricordavo addirittura tri-timbrico, sempre da editor, ma potrei sbagliarmi. Purtroppo (e qui sono d’accordo con Enzo Messina) soffre dello stesso “difetto” di Sv1, è sempre e solo molto aggressivo e, aggiungo io, i Rhodes con meno campanello non sono riusciti.

Tornando al Seventeen, quello che sto per scrivere non conta nulla e forse dovrei farmi una sana dose di c@771 miei, però mi pare una mossa strana.
Di per sè non ha niente che non va lo strumento, però mi pare che alla fine, seguendo strade diverse, faccia quasi tutto quello che fa Seven.
Anzi ha più locazioni di memoria e pesa meno e onestamente, sebbene non così affascinante esteticamente, sembra a occhio anche meglio rifinito.
E ancora, quanto si risparmia nella produzione se non si offrono tutti quei modelli fisici, che sono sí tanti, ma che sono una tecnologia proprietaria già sviluppata? Forse basta un hardware molto meno performante e questo fa molta differenza? Non ho idea.
Lo scrivo perché, vista così, sembra più un tentativo di correggere il tiro del Seven, piuttosto che un’offerta alternativa (e sia chiaro non ci sarebbe nulla di male).
Per fare un esempio pratico, se uno ha una blues band, o una cover band di musica anni 70, cosa lo spingerebbe a orientarsi su Seven, se il prezzo del Seventeen è molto inferiore?
Se fosse possibile offrire qualcosa in più (tipo la possibilità di splittare con un suono di basso e/o synth bass) per il Seven già gli si aprirebbero prospettive di utilizzo diverse e più ampie, lasciando al Seventeen il ruolo di piano elettrico duro e puro, finora egregiamente già coperto dal fratellone.
Solo riflessioni mattutine di uno che non sa nulla di vendite, studio del mercato e tanto meno delle dinamiche di Crumar. Che ne pensate? 🙂





  • ziokiller
  • Membro: Supporter
  • Risp: 9340
  • Loc: Treviso
  • Thanks: 1218  

17-06-22 10.30

MiLord ha scritto:
W il made in italy, sosteniamo i prodotti italiani ecc.
Ma scrivilo almeno in italiano il sito! Poooi mettici pure l'opzione in inglese O almeno viceversa


Eh purtroppo la questione linguistica è ancora molto accesa, bisogna riscrivere il "De vulgari eloquentia"... Il sito è per forza in inglese, ma i contenuti video abbiamo deciso di farli nella nostra lingua perché solo quella sappiamo parlare emo

Però... "W il made in italy, sosteniamo i prodotti italiani ecc." e poi tutti a comprare Yamaha, Roland, Korg... e dai, basta co 'sto pesce crudo, passiamo alla carbonara! emo
  • giosanta
  • Membro: Expert
  • Risp: 3969
  • Loc: Benevento
  • Thanks: 641  

17-06-22 10.38

filigroove ha scritto:
Che ne pensate? 🙂

Concordo. Da quello che leggo e per quello che varrebbero per me le possibili differenze, il Seventeen e il "Fratellone" rischiano di diventare Caino e Abele...

garubi ha scritto:
Mah sinceramente "un suono alla volta" può anche non essere un limite: per esempio per i generi che suono io la multitimbricità non mi interessa per nulla, mai usato più di "un suono alla volta"
Il valore degli strumenti Crumar secondo me sta nel suono, nel carattere (non solo timbrico).

Concordo integralmente.

MiLord ha scritto:
W il made in italy, sosteniamo i prodotti italiani ecc.
Ma scrivilo almeno in italiano il sito! Poooi mettici pure l'opzione in inglese O almeno viceversa

Sottoscrivo. Se c'è un patrimonio culturale da salvaguardare è quello, il resto a confronto è nulla.
  • filigroove
  • Membro: Expert
  • Risp: 3516
  • Loc: Pistoia
  • Thanks: 264  

17-06-22 10.39

@ ziokiller
MiLord ha scritto:
W il made in italy, sosteniamo i prodotti italiani ecc.
Ma scrivilo almeno in italiano il sito! Poooi mettici pure l'opzione in inglese O almeno viceversa


Eh purtroppo la questione linguistica è ancora molto accesa, bisogna riscrivere il "De vulgari eloquentia"... Il sito è per forza in inglese, ma i contenuti video abbiamo deciso di farli nella nostra lingua perché solo quella sappiamo parlare emo

Però... "W il made in italy, sosteniamo i prodotti italiani ecc." e poi tutti a comprare Yamaha, Roland, Korg... e dai, basta co 'sto pesce crudo, passiamo alla carbonara! emo
Ho amici nel campo dell’hifi esoterico, intendo come produttori. Mi dicono cose del tipo “se aspetti gli Italiani…”. Quindi non mi stupisce che il mercato di riferimento di un’azienda di questo tipo sia estero e che il sito sia in inglese, mi stupirebbe il contrario.
  • Sbaffone
  • Membro: Expert
  • Risp: 1495
  • Loc:
  • Thanks: 240  

17-06-22 10.40

@ MiLord
W il made in italy, sosteniamo i prodotti italiani ecc.
Ma scrivilo almeno in italiano il sito! Poooi mettici pure l'opzione in inglese emo O almeno viceversa emo

Bello comunque emo
E pensare che ho sempre comprato le tastiere in base alla qualità /esigenze, non sapevo si scegliesse in base al paese di produzione emo
  • keyboard7
  • Membro: Expert
  • Risp: 764
  • Loc: Roma
  • Thanks: 129  

17-06-22 10.44

Roberto_Forest ha scritto:
Secondo me, con un suono solo alla volta, è dura che qualcuno lo acquisti sopra i 1000€.

nelle demo ho sentito un pianoforte con un tappeto di archi (questo piano e archi ), quindi credo che qualche suono con un tappeto forse anche di pad probabilmente ci sarà. Del resto chi compra questo strumento non cerca il multitimbrico.
  • maxpiano69
  • Membro: Staff
  • Risp: 21050
  • Loc: Torino
  • Thanks: 2522  

17-06-22 10.47

@ filigroove
Ho amici nel campo dell’hifi esoterico, intendo come produttori. Mi dicono cose del tipo “se aspetti gli Italiani…”. Quindi non mi stupisce che il mercato di riferimento di un’azienda di questo tipo sia estero e che il sito sia in inglese, mi stupirebbe il contrario.
+ 1 e non da oggi.

Dalle specifiche intuisco che il keybed è lo stesso (TP100LR) del Seven, non so se sia una scelta di Crumar o se sia Fatar che ancora non fornisce la TP110 se non a se stesa (Studiologic), ma poco male.

PS: magari suonerà tradizionalista, ma posso dire che il tolex blu non mi piace e l'avrei preferito nero? emo