Nuovo Crumar Seventeen

  • garubi
  • Membro: Senior
  • Risp: 434
  • Loc: Modena
  • Thanks: 64  

17-06-22 10.57

filigroove ha scritto:
però mi pare che alla fine, seguendo strade diverse, faccia quasi tutto quello che fa Seven.

beh però il fatto che il Seventeen abbia solo il modello fisico del Piano Elettrico e gli altri suono siano campionati (per quanto di elevata qualità) lo differenzia abbastanza dal Seven. Non so quanto questa differenza ci sia in termini di costi di produzione (anche se ritengo che per riprodurre dei suoni campionati basti un processore molto più "leggero" che per eseguire modeli fisici) ma soprattutto lo differenzia dal punto di vista del cliente, che in questo caso si "accontenta" di una tecnologia in parte meno innovativa...
mmm, rileggendomi non sono sicuro di essere riuscito a spiegarmi emo emo
Ah e poi c'è la differenza "peso", che per esempio per me è molto ma molto importante: 12kg contro 20kg (circa) a parità di keybed..,
  • giosanta
  • Membro: Expert
  • Risp: 3969
  • Loc: Benevento
  • Thanks: 641  

17-06-22 10.59

maxpiano69 ha scritto:
PS: posso dire che il tolex blu non mi piace e l'avrei preferito nero?

No.

Ovviamente scherzo. In realtà quel blu, voluto o meno, rimanda ad alcuni storici prodotti Farfisa e Cabotron.

garubi ha scritto:
gli altri suono siano campionati (per quanto di elevata qualità) lo differenzia abbastanza dal Seven

Poiché è scritto "plus high quality sampled material for Acoustic Pianos, combos and synth piano sounds.", vuol dure che nel Seven sono modellati anche i suoni di piano acustico?
  • keyboard7
  • Membro: Expert
  • Risp: 764
  • Loc: Roma
  • Thanks: 129  

17-06-22 11.15

garubi ha scritto:
Ah e poi c'è la differenza "peso", che per esempio per me è molto ma molto importante: 12kg contro 20kg (circa) a parità di keybed..,

però aspetta, mi sembra di capire che la differenza di peso dipende per lo più dalla mancanza del coperchio in legno e delle gambe, perchè il Seven (dalle specifiche sul sito) senza coperchio e senza gambe pesa 15 Kg. Quindi la differenza effettiva è di 3 kg .
  • filigroove
  • Membro: Expert
  • Risp: 3516
  • Loc: Pistoia
  • Thanks: 264  

17-06-22 11.18

@ garubi
filigroove ha scritto:
però mi pare che alla fine, seguendo strade diverse, faccia quasi tutto quello che fa Seven.

beh però il fatto che il Seventeen abbia solo il modello fisico del Piano Elettrico e gli altri suono siano campionati (per quanto di elevata qualità) lo differenzia abbastanza dal Seven. Non so quanto questa differenza ci sia in termini di costi di produzione (anche se ritengo che per riprodurre dei suoni campionati basti un processore molto più "leggero" che per eseguire modeli fisici) ma soprattutto lo differenzia dal punto di vista del cliente, che in questo caso si "accontenta" di una tecnologia in parte meno innovativa...
mmm, rileggendomi non sono sicuro di essere riuscito a spiegarmi emo emo
Ah e poi c'è la differenza "peso", che per esempio per me è molto ma molto importante: 12kg contro 20kg (circa) a parità di keybed..,
Strada pericolosa. Crumar campiona piuttosto bene ultimamente e sebbene personalmente apprezzi e usi Wurli, Clavinet a modelli fisici e mi piaccia anche il tanto discusso modello fisico del piano acustico, alla fine cosa si usa più di tutto? Acustici (campionati) e Rhodes. Per motivi di “realismo” uso anche il Balla’s CP70 campionato.
Peso? Il Seven in realtà sta sui 15kg, ma comunque, hai sottolineato un vantaggio per Seventeen, che mi sembra sempre più appetibile rispetto a Seven.
  • keyboard7
  • Membro: Expert
  • Risp: 764
  • Loc: Roma
  • Thanks: 129  

17-06-22 11.27

@ ziokiller
Il prezzo dovrebbe essere lo stesso del Mojo61, quindi 1350.
leggo sul sito "supporto a 4 gambe (non incluso)" se non è troppo tardi, posso proporre di includere nel prezzo anche le gambe? Del resto è talmente bello che mi sembra un sacrilegio appoggiarlo su un mostruoso supporto ad X, e dai veniteci incontro emo
  • d_phatt
  • Membro: Expert
  • Risp: 2778
  • Loc: Perugia
  • Thanks: 510  

17-06-22 11.55

@ filigroove
Strada pericolosa. Crumar campiona piuttosto bene ultimamente e sebbene personalmente apprezzi e usi Wurli, Clavinet a modelli fisici e mi piaccia anche il tanto discusso modello fisico del piano acustico, alla fine cosa si usa più di tutto? Acustici (campionati) e Rhodes. Per motivi di “realismo” uso anche il Balla’s CP70 campionato.
Peso? Il Seven in realtà sta sui 15kg, ma comunque, hai sottolineato un vantaggio per Seventeen, che mi sembra sempre più appetibile rispetto a Seven.
Devo dire che anche io nel mio piccolo "mondo" della pletora di piani elettrici campionati e a modelli fisici offerti da Seven e Gemini uso soltanto i pianoforti acustici e il Rhodes, mentre il resto (pur essendo bellissimo) molto meno se togliamo gli esperimenti e il gioco, perché quelli sono i suoni che sento "miei" (insieme ovviamente ad Hammond, Mellotron e sopratutto synth). Per cui per un utente come me tra Seven e Seventeen la differenza sarebbe meno accentuata, le vere differenze per quanto mi riguarda starebbero nelle possibilità di editing.

Bello che comunque venga mantenuto un top piatto, anche se a prima vista più stretto, è utile non solo per eventuali seconde tastiere, ma anche per mixerini, ampli cuffia e aggeggi vari.

Da un punto di vista estetico più lo guardo e meglio mi sembra di capirlo, il richiamo a quegli anni ormai definitivamente irripetibili si fa sempre più estremo e selvaggio, a me sembra un bellissimo strumento, anche se non tanto quanto il fratello maggiore. Per chi non si accontenta c'è Seven, che comunque rimane il top indiscusso e a mio modesto avviso non solo in casa Crumar...il modello fisico di Tine Piano continua a lasciarmi senza parole ogni volta che lo faccio partire.
  • d_phatt
  • Membro: Expert
  • Risp: 2778
  • Loc: Perugia
  • Thanks: 510  

17-06-22 11.58

@ Sbaffone
E pensare che ho sempre comprato le tastiere in base alla qualità /esigenze, non sapevo si scegliesse in base al paese di produzione emo
Chiaro, ma nel Seven di sicuro la qualità non manca, anzi....
  • filigroove
  • Membro: Expert
  • Risp: 3516
  • Loc: Pistoia
  • Thanks: 264  

17-06-22 12.33

@ keyboard7
leggo sul sito "supporto a 4 gambe (non incluso)" se non è troppo tardi, posso proporre di includere nel prezzo anche le gambe? Del resto è talmente bello che mi sembra un sacrilegio appoggiarlo su un mostruoso supporto ad X, e dai veniteci incontro emo
Mossa intelligente invece. Lo spazio per appoggiare qualcosa sopra sembra ancora più risicato di quello del Seven, i musicisti saranno comunque “costretti” all’uso di un doppio stand, magari riservando il top del Seventeen a piccoli ammennicoli.
…e nessuno ti costringe a comprarne uno a x.

Ragazzi, che dire? Sono contento di avere il Seven, ma, alla luce dell’esperienza maturata con l’utilizzo e conoscendone pregi e difetti, trovo il Seventeen molto più appetibile. Troppo.
Nello specifico, come già detto, si usano per lo più i suoni di Rhodes e piano acustico e qui siamo pari, il Clav a modelli fisici è superiore, ma è un suono che si riserva generalmente a una tastiera non pesata. Il Dx a modelli fisici è veramente bello, ma l’uso che se ne fa è così ampio? Inoltre ci sono dei suoni che più che suoni sono “esperienze”, tipo appunto il Rhodes con tutte le sue caratteristiche e idiosincrasie, ma lo stesso si può dire della Dx7?
Poi dal punto di vista hardware. Il tappo dà allo strumento un aspetto completo, ma, mentre nel Rhodes e simili aveva un ruolo funzionale, ossia proteggeva la tastiera e il resto, nel Seven si tratta solo di feticismo, perché nessuno sano di mente andrebbe in giro per concerti solo con il tappo, ci vuole comunque il trolley, anche perché la finitura del Seven è una vernice corrugata che se non fai attenzione si può sbreccare, non è tolex (invece questo del Seventeen sembra proprio tolex, altro punto in più). Quindi dopo 2 gig in cui l’ho portato adesso sta nell’armadio dello studio.
Zampe: secondo me sono leggermente troppo lunghe, ma sono belle, stabili e hanno una loro utilità, per esempio se devi spostare il piano. Però se devi portare una seconda tastiera da sovrapporre che ha una certa profondità, lo ribadisco, devi avere comunque un doppio stand. Quindi il fatto di renderle un accessorio acquistabile separatamente ha un senso.
Il potenziometro del volume! Parrebbe hardware sul Seventeen, spero proprio che abbiano rimediato a questa ingenuità e abbiano semplicemente copiato il sistema del Nord Electro: un gain memorizzabile per ogni patch e un master.
L’unico discrimine pesante per me a questo punto è l’assenza della presa per un pedale di espressione. Personalmente lo uso per controllare il volume del pad che puoi mettere in layer coi piano, ma una funzione ancora più utile è quella di controllare un eventuale fonte di suono esterna. Per fare un esempio ci controllo il panel B di un Nord Stage Compact.
Se non arricchiscono in qualche modo il Seven (e io sarei il primo a gioirne 😁), o non mettono in commercio un MkII (e io sarei il primo a dispiacermi 😁) la vedo dura per il fratellone.



  • d_phatt
  • Membro: Expert
  • Risp: 2778
  • Loc: Perugia
  • Thanks: 510  

17-06-22 12.45

giosanta ha scritto:
Poiché è scritto "plus high quality sampled material for Acoustic Pianos, combos and synth piano sounds.", vuol dure che nel Seven sono modellati anche i suoni di piano acustico?

Sì e no, nel senso che nel Seven ci sono sia un modello fisico di pianoforte acustico che le varie espansioni con i sampleset di pianoforte, che iniziano a essere parecchie e con le ultime uscite Steinway D-274 e Yamaha C5 sono state toccate nuove vette qualitative. Anche se già Venice Grand e Open erano comunque notevoli, anche se non ancora di quel livello lì.

@filigroove hai mai provato i supporti di estensione per le seconde tastiere sul Seven? Non credo che sia possibile appoggiarci i catafalchi Yamaha da 35 kg, ma un Mojo o una Nord Stage credo proprio di sì. Dovrebbero evitare la necessità di uno stand a doppio livello.
  • Roberto_Forest
  • Membro: Expert
  • Risp: 3227
  • Loc: Vicenza
  • Thanks: 392  

17-06-22 12.55

Il mio ragionamento che se ne venderanno pochi se il prezzo è sopra i 1000€ in realtà era ancora con i prezzi pre covid, pre guerra. Quindi 1300€ ci può stare, visto i 1900€ del Seven.

Il Seven è comunque bello, uno lo prende anche perché simile a un rhodes. Se lo metti in un palco sembra un rhodes. Il seventeen no.

Nel complesso già il Seven era risicato nelle funzioni, questo è troppo limitato.

E poi, in ultimis, nei prossimi prodotti ci vorrebbe una scheda audio interna. Il Seven con una scheda audio interna sarebbe tutta un’altra cosa.
Seven-usb-iPad-camelot e fai tutto e sei anche bello.
  • maxpiano69
  • Membro: Staff
  • Risp: 21050
  • Loc: Torino
  • Thanks: 2522  

17-06-22 13.07

@ giosanta
maxpiano69 ha scritto:
PS: posso dire che il tolex blu non mi piace e l'avrei preferito nero?

No.

Ovviamente scherzo. In realtà quel blu, voluto o meno, rimanda ad alcuni storici prodotti Farfisa e Cabotron.

garubi ha scritto:
gli altri suono siano campionati (per quanto di elevata qualità) lo differenzia abbastanza dal Seven

Poiché è scritto "plus high quality sampled material for Acoustic Pianos, combos and synth piano sounds.", vuol dure che nel Seven sono modellati anche i suoni di piano acustico?
CI sta, in effetti non è che non mi piaccia il blu di per se, ma preferirei la "tinta unita" emo (o la possibilità di scegliere)
  • divicos
  • Membro: Expert
  • Risp: 906
  • Loc: Aquila
  • Thanks: 147  

17-06-22 13.19

E’ proprio bellino! Meno “scenografico” del Seven, se vogliamo, ma non per questo meno attraente..

Prezzo, tutto sommato ci siamo. Certo, acquistando le gambe a parte (dai, non ci credo che te lo compri e non prendi le gambe!) ci si avvicinerà molto al fratellone.

Ma mi pare ci siano comunque tutti i presupposti per farsi scegliere.

Bene così. Il Seven (ma anche il Mojo a dire il vero) lo tengo nel mirino da quando è uscito, ma non è mai stato il momento, sia per mancanza di liquidità sia perché quello che ho ora (s7 pro + Numa organ2, a proposito di Made in Italy..) mi va più che bene. Avere una scelta in più, meno costosa, da tenere d’occhio, aumenta decisamente le possibilità di aggiungere un pezzo al mio setup.
  • filigroove
  • Membro: Expert
  • Risp: 3516
  • Loc: Pistoia
  • Thanks: 264  

17-06-22 13.32

Roberto_Forest ha scritto:
Il Seven è comunque bello, uno lo prende anche perché simile a un rhodes. Se lo metti in un palco sembra un rhodes. Il seventeen no.


Mmm… ha comunque un aspetto “vintage” da piano elettrico anni 70.
Il punto è che mangiano nello stesso piatto, non nello stesso modo, ma se la qualità sarà allo stesso livello…
  • Sbaffone
  • Membro: Expert
  • Risp: 1495
  • Loc:
  • Thanks: 240  

17-06-22 14.13

@ Roberto_Forest
No, il korg sv2 ha due parti, il seventeen solo una.
Una tastiera con una parte sola è assimilabile a piani digitali home tipo p125 e compagnia. Un po’ più bello e più vario di suoni.
Secondo me, con un suono solo alla volta, è dura che qualcuno lo acquisti sopra i 1000€.
Esteticamente sarebbe anche discreto, tranne il pannello che rovina molto. Se lo vedi dal pubblico fa il suo effetto comunque.
P125 ha split e layer
  • keyboard7
  • Membro: Expert
  • Risp: 764
  • Loc: Roma
  • Thanks: 129  

17-06-22 15.28

@ Sbaffone
P125 ha split e layer
vabbè ma questo piano nasce con una filosofia diversa, vuole emulare i piani elettromeccanici anni 70 , lo si intuisce dalla forma. il rhodes, il wurli, il cp80 non avevano split e layer, e nemmeno il pianoforte. È una strumento concepito con quella filosofia.
  • Sbaffone
  • Membro: Expert
  • Risp: 1495
  • Loc:
  • Thanks: 240  

17-06-22 15.46

@ keyboard7
vabbè ma questo piano nasce con una filosofia diversa, vuole emulare i piani elettromeccanici anni 70 , lo si intuisce dalla forma. il rhodes, il wurli, il cp80 non avevano split e layer, e nemmeno il pianoforte. È una strumento concepito con quella filosofia.
Per me sono strumenti di lavoro, quando suono spesso ho bisogno di splittare per avere il basso sulla sx.
  • filigroove
  • Membro: Expert
  • Risp: 3516
  • Loc: Pistoia
  • Thanks: 264  

17-06-22 16.42

Sbaffone ha scritto:
Per me sono strumenti di lavoro, quando suono spesso ho bisogno di splittare per avere il basso sulla sx.

Certo, nel amplierebbe l’utilizzo. Diciamo che non è il tuo strumento (al momento). Io in quei casi ci metto sopra la Nord Lead 2 e con quella faccio il basso.
  • Dadopotter
  • Membro: Expert
  • Risp: 1642
  • Loc: Torino
  • Thanks: 147  

17-06-22 18.12

sono un discreto fan di Crumar ed apprezzo moltissimo il lavoro che da Guido è stato fatto, il livello di mojo seven e gemini è altissimo ed ogni prodotto ha una sua precisa definizione ed ha un mercato ben preciso, questo nuovo arrivato personalmente mi confonde un po’ perché non riesco ad inquadrarlo bene

è un piano digitale? se si perché non mettete la tp40 e compattare le dimensioni
è un clone di elettromeccanici? ma li c’è già il seven
è un mero downgrade del seven? ma il seven è così caro nel mercato da necessitare una versione “economica” non so

qualcuno ha capito bene e mi aiuta a comprendere dove si pone questo seventeen?
  • giosanta
  • Membro: Expert
  • Risp: 3969
  • Loc: Benevento
  • Thanks: 641  

17-06-22 18.18

Dadopotter ha scritto:
ma il seven è così caro nel mercato da necessitare una versione “economica” non so
qualcuno ha capito bene e mi aiuta a comprendere dove si pone questo seventeen?

Al prezzo dichiarato sono più di 500 euro di differenza: poco, molto in rapporto a... è valutazione personale.
Se il target principale è il suono di Rhodes a quel prezzo, con tastiera pesata ma potrei sbagliare, c'è poco o nulla, mi viene in mente solo lo SV2 73.
  • keyboard7
  • Membro: Expert
  • Risp: 764
  • Loc: Roma
  • Thanks: 129  

17-06-22 18.31

@ Dadopotter
sono un discreto fan di Crumar ed apprezzo moltissimo il lavoro che da Guido è stato fatto, il livello di mojo seven e gemini è altissimo ed ogni prodotto ha una sua precisa definizione ed ha un mercato ben preciso, questo nuovo arrivato personalmente mi confonde un po’ perché non riesco ad inquadrarlo bene

è un piano digitale? se si perché non mettete la tp40 e compattare le dimensioni
è un clone di elettromeccanici? ma li c’è già il seven
è un mero downgrade del seven? ma il seven è così caro nel mercato da necessitare una versione “economica” non so

qualcuno ha capito bene e mi aiuta a comprendere dove si pone questo seventeen?
lo ha spiegato chiaramente Guido nel suo post:
"si tratta di una versione "scaled down" del Seven, set di suoni diverso, meno parametri, meno peso, meno dotazioni, meno soldi..."
per chi non vuole (o non può) spendere 1900 per il Seven, c'è la versione entry level a 1350 (più le gambe 😭)
ammiro molto la Crumar, perché fa solo strumenti "seri" niente giocattoloni (con fisarmoniche nacchere e flauti) e la mia impressione è che anche questo sia uno strumento "serio", sebbene più economico del Seven